• Home »
  • »
  • “Giornata del Pensiero”: 158 anni dalla nascita di B.P. fondatore del movimento scout

“Giornata del Pensiero”: 158 anni dalla nascita di B.P. fondatore del movimento scout

Nei quartieri di Ponte d’Oddi e Montegrillo, il gruppo scout Agesci (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) Perugia  4 e la comunità Masci (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) Perugia 2 hanno festeggiato domenica 22 febbraio il “Thinking Day”, la “Giornata del Pensiero”.

LE ORIGINI: Nella domenica appena trascorsa  il movimento scout ha ricordato il 158esimo anniversario della nascita di Robert Stephenson Smyth Baden Powell, Lord of Gilwell – più familiarmente noto come B. P. – nato al numero 6 di Stanhope Street, Paddington, un paese vicino Londra, il 22 di febbraio del 1857. Baden-Powell (B.P.) e’ conosciuto nel mondo come quell’ uomo che ha dedicato se stesso al servizio del suo paese e dei suoi uomini in due parti di vita totalmente separate, una come un soldato al servizio del suo paese, e l’altra come un lavoratore per la pace attraverso il movimento scout. E’ questo il motivo per cui gli scout di tutto il mondo il 22 febbraio di ogni anno festeggiano il “Thinking Day” ovvero “La giornata del pensiero”: in questo giorno non solo viene ricordata la nascita del fondatore del movimento, ma la nascita di un’idea rivoluzionaria e di un metodo educativo innovativo che nel giro di pochi anni si è diffuso a macchia d’olio in tutto il mondo. Quest’idea nasce nel 1899 durante l’assedio di Mafeking in Sud Africa – nel corso della guerra tra Inghilterra e Boeri – dove B. P. impiegando dei ragazzi per compiti ausiliari di staffette, di postini, di piantoni per tenere la città fino all’arrivo dei rinforzi, comprese che poteva trasformare le tecniche dello “scouting” (letteralmente l’arte dell’esplorazione) da arte di guerra a strumento di pace e fraternità. Così, nel 1907 sull’isola di Brownsea organizzò con una ventina di ragazzi quello che fu il primo campo scout della storia. Da Brownsea il movimento scout ha fatto moltissima strada ed oggi ci sono oltre 38 milioni di bambini, ragazzi ed adulti, uomini e donne che in 216 paesi e territori del mondo sono scouts e guide: lo scoutismo è il movimento più numeroso al mondo e con la maggior diffusione territoriale.

IL THINKING DAY: Durante la Giornata del Pensiero ogni anno il movimento ricorda i fratelli scout che vivono in situazioni meno fortunate cercando di sostenerli con un aiuto economico concreto, attraverso progetti portati avanti dalle Associazioni Mondiali dello Scoutismo e del Guidismo (WOSM e WAGGS). Il tema di quest’anno era “Sviluppare un partenariato globale per lo sviluppo”, uno degli “Obiettivi del Millennio”, filo conduttore dell’intera giornata celebrata attraverso iniziative che hanno permesso la raccolta del “Penny”. Il gruppo Agesci Perugia 4 e il Gruppo Masci Perugia 2 hanno trascorso il loro Thinking Day vivendo insieme momenti di gioco e di condivisione sul tema, aperti anche a tutti i genitori, prima nella palestra di Montegrillo e poi nei saloni della Parrocchia di San Giovanni Apostolo in Ponte d’Oddi. Un giorno dedicato interamente allo sviluppo tantoché il Penny raccolto durante le attività è stato devoluto a sostegno del progetto della Scuola di San Nicolas in Zambia (sposato da diversi anni dai gruppi Masci di Perugia e curato, in particolare, da Maria Chibansa e il marito Luigi Branchetti) che ha come scopo quello di promuovere la crescita di una comunità scolastica capace di accogliere 180 bambini fra i 3 e i 12 anni educati attraverso il metodo scout.

IL GRUPPO MASCI PERUGIA 2: Il gruppo Masci Perugia 2 è nato da pochi mesi ma è già molto attivo nei quartieri di Ponte d’Oddi e Montegrillo. L’idea nasce da un gruppo di genitori ed ex scout che, volendo mettersi al servizio del gruppo Agesci Perugia 4 ma anche del territorio in cui vivono, hanno voluto dar vita ad una comunità di scout adulti. Grazie al supporto di Enrico Biagioli – memebro del Masci ormai dal 1997 dopo una lunga storia di scoutismo prima nell’Asci (Associazione Scout Cattolici Italiani) e poi dell’Agesci – il gruppo Perugia 2 ha iniziato ad incontrarsi regolarmente da ottobre raccogliendo una quindicina circa di adulti innamorati dello scoutismo. Il Masci, infatti, è composto da uomini e donne che, riuniti insieme, hanno l’obiettivo di percorrere un percorso formativo e di confronto testimoniando gli ideali ed i valori dello scoutismo vivendo anche esperienze di servizio a supporto all’ Agesci ma anche alle varie realtà presenti nel territorio. Il Masci è un movimento di annuncio e di opinione attraverso un’opera di promozione e di mediazione culturale tra dottrina ed azione e tra ideale e vita. Nel Masci, insomma, lo scoutismo abbandona l’immagine classica dei ragazzi attorno al fuoco per abbracciare quella di gruppi di persone che vivono una realtà associativa, trascorrendo insieme il più possibile all’aria aperta ma vivendo anche occasioni di confronto tra adulti. Un’esperienza che nei quartieri di Ponte d’Oddi e Montegrillo ha riscosso indubbiamente grande successo con una grande partecipazione da parte di ex scout e di genitori ma aperta a chiunque voglia vivere una esperienza di scoutismo adulta (Per chi volesse saperne di più, contattare Enrico 347-4622513 o Silva 349-8472422).

Tanti dunque i motivi per festeggiare per i gruppi scout Agesci e Masci di Ponte d’Oddi e Montegrillo ma, oltre alla solidarietà e allo sviluppo, alla base della giornata passata insieme ai ragazzi, i loro genitori e la comunità parrocchiale c’è stata la volontà di celebrare ed onorare i 158 anni dalla nascita del fondatore Baden Powell il cui motto era “Tutto col gioco, niente per gioco”, che ricorda che l’educazione è una cosa seria, basta saperla giocare.